Introduzione

  • PDF

La Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma “Tor Vergata” ha inteso rispondere alle pressanti esigenze formative relative al settore dell'energia mediante l'istituzione del Corso di Studio in Ingegneria Energetica, il cui percorso formativo, nell’ambito del corso di Laurea (I livello), dopo una salda preparazione di base nelle discipline matematiche, fisiche e chimiche, prevede l’approfondimento della termodinamica applicata ai processi di conversione dell’energia e la trattazione delle macchine a fluido ed elettriche e degli impianti e dei sistemi energetici convenzionali ed avanzati.

Tale percorso è caratterizzato da una prevalente connotazione industriale (meccanica/elettrica) con significativi contenuti gestionali e intende fornire una salda preparazione in termofluidodinamica industriale ed ambientale, nelle macchine termiche, idrauliche ed elettriche e nei sistemi per la produzione di energia. Le materie di questo corso di studio intendono trattare gli impianti energetici e i loro componenti sia sotto l'aspetto fenomenologico che operativo del loro esercizio, manutenzione ed interazione con l'ambiente, nonché tematiche di risparmio energetico e di ottimale gestione degli usi finali.

Il II livello del Corso di Studio (Laurea Magistrale) si prefigge poi di creare un profilo professionale di elevata qualificazione mediante approfondimenti tematici e metodologici nel settore dell'energia. Più segnatamente, obiettivo di questa Laurea Magistrale è quello di creare un profilo di Ingegnere di adeguata padronanza nei settori delle macchine termiche, idrauliche ed elettriche, dei sistemi per la produzione di energia e nella termofluidodinamica industriale ed ambientale, che sia idoneo a soddisfare le richieste di un significativo settore del mondo del lavoro relativamente alla ideazione, pianificazione, progettazione e gestione di sistemi e processi energetici complessi e/o innovativi.

Le prospettive occupazionali della figura dell’Ingegnere Energetico possono pertanto essere valutate positivamente, grazie alle competenze acquisite e alle esigenze del mondo industriale: tali prospettive sono per altro favorite, a livello nazionale, dalla liberalizzazione del mercato dell’energia, che sta incoraggiando il moltiplicarsi di iniziative industriali e territoriali rivolte all’autoproduzione e all’aggregazione di enti in consorzi per la produzione, la distribuzione ed il consumo di energia.

In particolare, la figura dell’Ingegnere Energetico può trovare specifica collocazione:

  • nelle attività di studio, analisi di fattibilità, progettazione e verifica funzionale di impianti e sistemi energetici;
  • nelle industrie che producono e/o commercializzano e/o utilizzano macchine ed impianti di conversione e/o trasformazione di energia meccanica, elettrica e termica;
  • nel settore della pianificazione, della gestione e dell’impiego ottimale dell'energia (la legge italiana prevede un'apposita figura di "tecnico responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia" per aziende con consumi energetici superiori ad una certa soglia).

In questa sezione è possibile approfondire il contenuto dell'offerta didattica di I e II livello del Corso di Studi in Ingegneria Energetica, nonché avere informazioni sulle possibilità di studio all'estero (programma Erasmus).

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Ottobre 2011 16:50

You are here Offerta formativa